Seno asimmetrico: cos’è e come rimediare

15 gennaio, 2020 5:48 pm scritto da Dott. Andrea Spano
Tags:

Avere un seno asimmetrico significa avere una mammella che ha una dimensione o una forma diversa dall’altra. La maggior parte dei seni delle donne ha dimensioni, forma e posizione leggermente diverse. Seni o capezzoli irregolari di solito non sono motivo di preoccupazione.

È comune che due seni abbiano dimensioni diverse, ma di solito sono simili per densità e struttura. I medici usano le mammografie per valutare la struttura interna del seno. Infatti, per le donne che presentano differenze tra i due seni è assolutamente fondamentale rivolgersi a uno specialista per un esame attento del problema, con il fine di permettere di affrontare al meglio la situazione individuando la soluzione migliore per garantire un risultato che rimanga costante nel tempo.

Rimedi per il seno asimmetrico

Il chirurgo estetico specializzato potrà scegliere di intervenire su una sola mammella o su entrambe e potrebbe dover ricorrere a diverse tecniche chirurgiche in associazione; per questo è importante che il medico abbia esperienza sia nel campo della chirurgia ricostruttiva sia di quella estetica, al fine di stabilire già durante la visita preliminare quali procedure utilizzare valutando assieme alla paziente non solo le aspettative, ma anche le prospettive di risultati più duraturi.

Intervento per seno asimmetrico

La valutazione del chirurgo è necessaria, dunque, a scegliere la migliore via di intervento, dal momento che non si può definire uno standard; le opzioni in campo sono diverse e variano a seconda del paziente.

Nei casi più semplici di seno asimmetrico si parla di un’azione di diminuzione di volume attraverso una mastoplastica riduttiva monolaterale. Se si sceglie di intervenire aumentando il seno più piccolo, invece, potrebbe complicarsi la strategia terapeutica: il chirurgo deve evitare che i due seni risultino diversi. Per questo, quando si vuole un aumento si può valutare la correzione del seno asimmetrico con protesi di aumento o con mastopessi anche sul lato non da operare.

Qualora gli aumenti siano più piccoli, invece, la strategia migliore da tenere in considerazione è quella del lipofilling con iniezioni di grasso e garantisce un seno sodo, senza cicatrici o corpi estranei.

CONTATTI

Ho letto l'informativa privacy e acconsento al trattamento dei dati secondo quanto stabilito dal regolamento europeo n. 679/2016, GDPR.