Dottor Andrea Spano

Chirurgo Plastico Estetico

Blog

Mastopessi senza cicatrici

E’ una nuova tecnica che praticano solo pochi chirurghi in tutto il mondo. Finalmente è possibile riempire e sollevare il seno con piccole cicatrici nascoste.

“È possibile eseguire un intervento di mastopessi senza cicatrici?”
Se fino a qualche anno fa la risposta era categorica, oggi non è più così.

Infatti, grazie ai passi in avanti compiuti dalla medicina e dalla chirurgia estetica, ci sono delle nuove tecniche operatorie in grado di minimizzare le cicatrici e renderle praticamente invisibili, a patto che ci sia affidi a professionisti del settore come me.

Di fatto, per operare con queste tecniche servono anni di formazione e di pratica; solo in questo modo si può garantire alla paziente un risultato del tutto naturale, anche se l’intervento non è tra i più semplici da eseguire.

Vediamo quindi di capire come si può eseguire un intervento di sollevamento del seno senza lasciare segni evidenti.

Seno cadente 

Partiamo prima da un presupposto: l’intervento di mastopessi è un’operazione chirurgica che viene consigliata a tutte le donne che presentano un seno cadente, svuotato e floscio.
Questa è una condizione molto comune, ma, specialmente nelle donne più giovani, può creare disagi e imbarazzi, limitando le pazienti.

Le cause di un seno che tende a scendere possono essere diverse: può trattarsi di uno stile di vita poco attivo, un’alimentazione scorretta, cambi di peso repentini oppure fattori ereditari.
C’è poi da sottolineare un’altra cosa: più il seno è voluminoso, più ci sono probabilità che questo tenda a svuotarsi con il passare degli anni.


La buona notizia, però è che, sebbene non ci siano rimedi naturali che possano restituire ai tessuti mammari la loro naturale compattezza e tonicità, esiste un intervento chirurgico in grado di ridare forma, tonicità e pienezza al décolleté.

Come risollevare il seno 

Per avere un seno alto e sodo, la cosa migliore sarebbe prevenirne la discesa, adottando uno stile di vita sano ed equilibrato.
Quando però le mammelle hanno cambiato forma e hanno perso la loro tonicità, ci sono diverse soluzioni chirurgiche per contrastare questi inestetismi.

In questo caso, il mio consiglio è quello di affidarsi solo ed esclusivamente a professionisti con anni di pratica alle spalle, poichè esistono diverse tecniche, e non ce n’è una migliore o una peggiore. Insieme al chirurgo estetico, dopo aver analizzato bene la situazione di partenza, si sceglie quella più adatta a realizzare i desideri della paziente. Un bravo chirurgo, infatti, ha il compito di capire come realizzare i suoi desideri senza però stravolgere le forme.
Cerchiamo di capire insieme quali sono le alternative tra cui scegliere.

Mastopessi senza protesi 


L’intervento di mastopessi senza protesi permette di ottenere risultati molto armonici e proporzionati.
Questa tecnica, infatti, consente di riposizionare l’altezza del capezzolo, per dare al seno un aspetto ancora più giovane.
Quando si opta per un intervento simile, il chirurgo può scegliere tre diverse soluzioni per incidere:

  • Zona periareolare: intorno all’areola, quando il grado di ptosi non è eccessivo;
  • Cicatrice verticale: lunga circa 5 cm, è l’ideale per chi desidera sollevare i tessuti ed eliminare la pelle in eccesso;
  • Incisione orizzontale: una sorta di T rovesciata consente di rendere la cicatrice facilmente nascondibile.

Mastopessi senza cicatrici: la tecnica multiplane 

Direttamente dall’estero, la tecnica multiplane permette di sollevare il seno di 2-3 o anche 4 cm senza creare cicatrici in zone visibili.
Grazie a questo intervento è possibile sollevare e aumentare il volume del seno grazie all’inserimento di una protesi.
Se, però, il desiderio non è quello di aumentare il seno, la protesi scelta potrà essere di dimensioni ridotte; in caso contrario sarà inserita una protesi più grande ma sempre armonica con il resto del corpo.

La particolarità di questa tecnica è che la mastopessi viene eseguita solo attraverso dei punti interni che non creano cicatrici visibili.
Alla fine intervento, infatti, sarà presente solo la cicatrice del piccolo taglio nella parte bassa del seno, che serve per inserire la protesi scelta.

A questo punto, c’è da capire un’ultima cosa: quale protesi utilizzare?
Partendo dal presupposto che si può scegliere la dimensione che più si desidera, l’importante è che queste siano di ultimissima generazione e dalla forma anatomica, per assicurarsi un risultato ancora più naturale.

Mastopessi cicatrici

Sebbene con la tecnica multiplane le cicatrici siano molto meno evidenti, e molto più piccole e nascoste, di un intervento di mastopessi standard, purtroppo, dei piccoli segni sono inevitabili.
Di contro, però, ci sono alcuni accorgimenti da adottare per farli progressivamente sparire, e tornare ad avere una pelle perfettamente omogenea.

Prima di tutto bisogna scegliere con cura, e senza fretta, la clinica e l’esperto a cui affidarsi. Non tutti i chirurghi possono o sanno eseguire correttamente un intervento di mastopessi, motivo per cui suggerisco sempre di rivolgersi solo a professionisti esperti in chirurgia del seno.

Altro punto fondamentale è la cura delle cicatrici: anche se si tratta di piccoli segni, come nel caso della mastopessi multiplane, è importante curarle e medicarle.
L’applicazione di oli o creme a base di silicone è davvero fondamentale per una corretta guarigione e ripresa delle pelle.

Dottor Andrea Spano

Sono qui per aiutarti

Non sei certa che questo sia il trattamento più adatto a te? Contattami, e sarò lieta di offrirti un consulto telefonico gratuito (e senza alcun impegno) sul trattamento che intendi eseguire.

Ultimi approfondimenti

Scelti per te

Potrebbe anche interessarti

Start typing to see posts you are looking for.
Dottor Andrea Spano

Sono qui per aiutarti

Compilando il seguente modulo puoi chiedere una prima visita con me. Puoi anche contattare le mie assistenti (per un consulto telefonico gratuito) ai seguenti recapiti:

Dottor Andrea Spano

Sono qui per aiutarti

Compilando il seguente modulo puoi chiedere un consulto telefonico gratuito (e senza alcun impegno) sul trattamento che intendi eseguire. Puoi anche contattarmi ai seguenti recapiti:

Sono qui per aiutarti.

Compilando il seguente modulo puoi chiedere una prima visita con me. Puoi anche contattare le mie assistenti (per un consulto telefonico gratuito) ai seguenti recapiti:

Sono qui per aiutarti.

Compilando il seguente modulo puoi chiedere una prima visita con me. Puoi anche contattare le mie assistenti (per un consulto telefonico gratuito) ai seguenti recapiti:

Sono qui per aiutarti.

Compilando il seguente modulo puoi chiedere una prima visita con me. Puoi anche contattare le mie assistenti (per un consulto telefonico gratuito) ai seguenti recapiti:

Sono qui per aiutarti.

Compilando il seguente modulo puoi chiedere una prima visita con me. Puoi anche contattare le mie assistenti (per un consulto telefonico gratuito) ai seguenti recapiti:

Sono qui per aiutarti.

Compilando il seguente modulo puoi chiedere una prima visita con me. Puoi anche contattare le mie assistenti (per un consulto telefonico gratuito) ai seguenti recapiti: