Dottor Andrea Spano

Chirurgo Plastico Estetico

Blog

Ginecomastia maschile: aumento del seno maschile

L’aumento del seno maschile è provocato da uno squilibrio nell’organismo

La ginecomastia è lo sviluppo del seno nell’uomo, che dunque presenta un torace prettamente femminile.

Questo ingrossamento ha ripercussioni più psicologie che sulla salute, tant’è vero che molti uomini decidono di intervenire chirurgicamente per risolvere il problema.

Un uomo con il seno, infatti, potrebbe sentirsi a disagio, in imbarazzo e avere quindi disturbi sia nella sfera sociale, soprattutto d’estate, ma anche sessuale.

Cos’è la ginecomastia

La ginecomastia può interessare entrambe le mammelle oppure solo una e si può presentare in qualsiasi fascia di età.

Come accennavamo già prima, la ginecomastia non è un grave problema; il più delle volte è una conseguenza di uno squilibrio ormonale, che può essere temporaneo oppure prolungarsi nel tempo.

Ma quali sono i sintomi della ginecomastia?

Il primo è sicuramente un ingrossamento del seno che comprende anche il capezzolo; attenzione però a non confonderlo con quella che è definita “ginecomastia falsa”, ossia l’incremento del volume mammario legato all’aumento del grasso sottopelle.

La ginecomastia ha diverse sfaccettature, per questo motivo, quando si nota un aumento della mammella, è importante consultarsi con un medico, così da capire la vera causa e agire di conseguenza.

Cause del seno maschile

La maggior parte delle volte, l’aumento del seno maschile è provocato da uno squilibrio ormonale: diminuiscono i livelli di testosterone e aumentano gli estrogeni.

Il testosterone è l’ormone che svolge un’azione di controllo sullo sviluppo dei tratti maschili (come la massa muscolare e la peluria), mentre gli estrogeni controllano i tratti femminili (tra cui la crescita del seno). Sebbene gli estrogeni siano considerati gli ormoni per definizione femminili, sono presenti anche l’organismo maschile anche se in piccole quantità, e quando questi aumentano una delle conseguenze può essere proprio un aumento del seno.

Altre cause, poi, possono essere legate all’assunzione di alcuni farmaci o all’abuso di sostanze come alcool e droghe più o meno leggere.

Tipi di ginecomastia

Esistono diversi tipi di ginecomastia; la differenza principale sta nella persistenza del disturbo e nelle cause, ma vediamo le principali tre categorie: 

  • Neonatale: causata dagli estrogeni materni è una condizione che può colpire il neonato ma che tende a scomparire entro due o tre settimane dalla nascita;
  • Puberale: è quando il seno maschile aumenta durante il periodo della pubertà a causa di cambiamenti ormonali. Anche in questo caso la maggior parte delle volte regredisce spontaneamente;
  • Senile: condizione caratteristica dei soggetti più avanti con l’età e spesso obesi; è causata dalla riduzione dei livelli di testosterone con un conseguente aumento del seno.

Intervento chirurgico per la ginecomastia maschile

Il trattamento della ginecomastia è differente a seconda del tipo e delle cause scatenanti: in alcuni casi è sufficiente intervenire con una cura farmacologica, mentre in altri è necessario un intervento chirurgico.

Quello più indicato in casi di vera ginecomastia è la mastectomia . Infatti permette di rimuovere la ghiandola in eccesso attraverso una piccola incisione nel bordo inferiore dell’areola e restituire un petto piatto.

Se invece è presente un eccesso di pelle, è preferibile la mastopessi, che consente di riposizionare i capezzoli e rimuovere la pelle di troppo.

Tuttavia, se l’aumento del seno maschile è formato solo da grasso, l’intervento consiste nell’aspirare il tessuto adiposo tramite delle cannule, proprio come avviene negli interventi di liposuzione, così da restituire al petto un aspetto maschile e più sodo. 

In base all’intervento ci saranno decorsi post-operatori diversi, per quanto riguarda le cicatrici, invece, saranno tutte poco visibili, poiché di pochi millimetri. Ciò che accomuna tutte le operazioni è il riposo, che deve durare un paio di settimane.

Dottor Andrea Spano

Sono qui per aiutarti

Non sei certa che questo sia il trattamento più adatto a te? Contattami, e sarò lieta di offrirti un consulto telefonico gratuito (e senza alcun impegno) sul trattamento che intendi eseguire.

Ultimi approfondimenti

Scelti per te

Potrebbe anche interessarti

Start typing to see posts you are looking for.
Dottor Andrea Spano

Sono qui per aiutarti

Compilando il seguente modulo puoi chiedere una prima visita con me. Puoi anche contattare le mie assistenti (per un consulto telefonico gratuito) ai seguenti recapiti:

Dottor Andrea Spano

Sono qui per aiutarti

Compilando il seguente modulo puoi chiedere un consulto telefonico gratuito (e senza alcun impegno) sul trattamento che intendi eseguire. Puoi anche contattarmi ai seguenti recapiti:

Sono qui per aiutarti.

Compilando il seguente modulo puoi chiedere una prima visita con me. Puoi anche contattare le mie assistenti (per un consulto telefonico gratuito) ai seguenti recapiti:

Sono qui per aiutarti.

Compilando il seguente modulo puoi chiedere una prima visita con me. Puoi anche contattare le mie assistenti (per un consulto telefonico gratuito) ai seguenti recapiti:

Sono qui per aiutarti.

Compilando il seguente modulo puoi chiedere una prima visita con me. Puoi anche contattare le mie assistenti (per un consulto telefonico gratuito) ai seguenti recapiti:

Sono qui per aiutarti.

Compilando il seguente modulo puoi chiedere una prima visita con me. Puoi anche contattare le mie assistenti (per un consulto telefonico gratuito) ai seguenti recapiti:

Sono qui per aiutarti.

Compilando il seguente modulo puoi chiedere una prima visita con me. Puoi anche contattare le mie assistenti (per un consulto telefonico gratuito) ai seguenti recapiti: