Intervento chirurgico di Mastoplastica Additiva a Milano

La mastoplastica additiva è uno degli interventi più complessi ed è quindi indispensabile rivolgersi ad un chirurgo con una grande esperienza di chirurgia estetica e ricostruttiva del seno.

 

Chi può sottoporsi all’intervento:
Tutte le donne che hanno un seno piccolo ma senza un eccesso di pelle, altrimenti verranno presi in considerazioni gli interventi multiplane o di mastopessi.
Sarà possibile sottoporsi ad una simulazione del risultato tramite l’innovativo sistema BIODYNAMIC.

Mastoplastica additiva: come aumentare il seno

Il seno è una delle parti più importanti della donna perché ne caratterizza la femminilità e la sensualità.

Questo intervento è consigliato a tutte le donne che desiderano un seno più grande perché hanno sempre avuto un seno troppo piccolo oppure a chi ha avuto uno svuotamento del seno (in caso di perdita di peso o dopo gravidanze) ma senza una eccessiva caduta dei tessuti (ptosi).

Inoltre utilizzando le corrette protesi in gel di silicone coesivo è possibile correggere asimmetrie e migliorare la forma del seno.

La prima visita nel nostro studio di Milano non è assolutamente vincolante ma è fondamentale per raccogliere informazioni sulla salute della paziente (precedenti interventi chirurgici, farmaci presi od allergie a farmaci) e per decidere esattamente la tecnica chirurgica più adatta in ogni caso specifico.

Non esistono due mastoplastiche additive uguali l’una all’altra come non esistono due donne con lo stesso identico seno

Ogni intervento dovrà essere personalizzato è deciso per poter accontentare il desiderio della paziente compatibilmente con la sua situazione di partenza.
Questo vale sia per l’aumento sia per la riduzione del seno.

indicazioni

mastoplastica additiva

Per avere un risultato naturale bisogna avere un seno di partenza con uno spessore di almeno un paio di centimetri.

In alternativa è meglio eseguire del lipofilling prima dell’intervento di mastoplastica additiva.

Se il desiderio è di aumentare il seno senza che sembri rifatto, sarà indispensabile utilizzare delle protesi anatomiche cioè a goccia, mentre le protesi rotonde sono impiegate solo se si vuole un aspetto più finto (come se indossasse sempre un reggiseno push-up).

In caso di mastoplastica additiva in un uomo si parla di aumento dei pettorali.

intervento

Per inserire le protesi che devono sempre essere in gel di silicone (le più sicure e durature sono le Natrelle – Allergan) si sceglie tra un piccolo taglio nella porzione più bassa e nascosta del seno (solco sottomammario) ed il bordo inferiore dell’areola.cicatrici-mastoplastica-additiva

Le protesi possono essere inserite sotto la ghiandola, sotto la fascia o sotto il muscolo con tecnica dual plane.

La scelta dell’incisione e del posizionamento vengono prese dal chirurgo insieme alla paziente durante la visita preoperatoria a seconda del desiderio della donna, della situazione di partenza e del tipo di aumento desiderato.

Il posizionamento totalmente sotto muscolare è ormai caduto in disuso perché produceva risultati non naturali.

L’ultima novità nel campo della mastoplastica additiva è la mastoplastica additiva – mastopessi senza cicatrici multiplane: tramite piccole incisioni nascoste e l’inserimento di protesi anatomiche è possibile alzare un seno svuotato e caduto (ptosico) di 2-3 cm.

risultati

mastoplastica-additiva-rotonde-prima
mastoplastica-additiva-rotonde-dopo
mastoplastica-additiva-antomiche-prima
mastoplastica-additiva-antomiche-dopo

Le protesi Natrelle – Allergan permettono di aumentare il seno in modo naturale e vengono usate sia per piccoli sia per grandi aumenti.

ATTENZIONE: IL TOP DELLE PROTESI ALLERGAN SONO LE STYLE 410 (ANATOMICHE) E LE INSPIRA (ROTONDE), RICHIEDETELE AL VOSTRO CHIRURGO

Esistono centinaia di modelli diversi di protesi e soltanto durante la visita con il chirurgo plastico estetico potrà essere individuata quella più adatta.

Nonostante i costi leggermente più alti è indispensabile eseguire l’intervento in anestesia generale perché l’anestesista dovrà rilassare i muscoli (anche se la protesi è inserita sotto la ghiandola) con specifici farmaci, altrimenti si correrebbe il rischio di non avere un buon risultato.

E’ consigliato il ricovero di una notte (e non il day hospital) e un tempo di riposo di qualche giorno prima di riprendere le normali attività.

Un reggiseno sportivo verrà indicato da portare per almeno un mese dopo la mastoplastica additiva.

L’intervento di mastoplastica additiva grazie alla pressione delle protesi dall’interno potrà anche correggere i capezzoli se fossero introflessi oppure tirarli su come si fa quando si esegue un lifting dei capezzoli.

TESTIMONIANZE

Un buon risultato di una mastoplastica additiva può durare molti anni (anche 10 o 20 anni) ed è quindi indispensabile scegliere delle protesi che siano affidabili e resistenti oltre ad avere la forma ed il volume desiderato.

Le nuove protesi sono di gel di silicone altamente coesivo in modo che, in caso di rottura dopo un traum,a il silicone non esca fuori dal guscio della protesi.

Le protesi Natrelle – Allergan esistono in differenti forme (anatomiche o rotonde), volumi, altezze, proiezioni assicurando un risultato naturale ed armonico per ogni intervento e permettendo di correggere piccole o grandi asimmetrie o di migliorare la forma di un seno tuberoso.

Queste protesi mammarie non interferiscono con la mastectomia e la diagnosi del tumore del seno permettendo di eseguire le normali ecografie o mammografie che ogni donna deve fare dopo i 40 anni.

Le protesi mammarie non hanno una scadenza ma bisogna pensare che un giorno potrebbero dover sostituire le protesi del nostro seno.