Aumento pettorali

Il sogno di un fisico muscolarmente scolpito visita da sempre le fantasie di ogni uomo. Purtroppo non tutti sono baciati dalla fortuna.

 

Chi può sottoporsi all’intervento:

Possono sottoporsi a questo tipo di chirurgia plastica tutti gli uomini con dei pettorali poco sviluppati o poco definiti. E’ indispensabile avere qualche accumulo di tessuto, sparso per il corpo, da poter “sfruttare”.

A volte, nonostante l’esercizio fisico, i muscoli pettorali appaiono di dimensioni inferiori a quelle desiderate.

E’ facile iniziare a pensare ad un aumento pettorali tramite la chirurgia estetica ma bisogna considerare alcuni aspetti importanti.

In passato i muscoli pettorali venivano di routine aumentati grazie all’inserimento di protesi mammarie apposta modellate per riempire il seno maschile. La tecnica è caduta in disuso.

Infatti le protesi mammarie per sembrare naturali devono essere inserite sotto ai muscoli pettorali e quindi vengono schiacciate ad ogni contrazione provocando fastidio soprattutto durante l’esercizio fisico. Tuttavia i risultati di questa procedura possono non essere sempre ottimali.

Le protesi mammarie sono quindi sempre più spesso riservate ai casi in cui ci sia una particolare conformazione del torace dalla nascita ma continuano ad essere utilizzate anche per chi non ha altre soluzioni per aumentare i muscoli del torace.

Nel caso in cui si desideri un lieve aumento ed il soggetto sia un “buon donatore” si può procedere unicamente ad un autotrapianto di tessuto adiposo che viene prelevato da un’altra zona per poi essere “preparato” con la metodica di coleman e riposizionato in sede pettorale (lipofilling).

Il lipofilling, eseguito con una tecnica specifica per i pettorali maschili, permette di avere un aumento naturale e senza effetti naturali ma probabilmente  il grasso andrà incontro ad un parziale riassorbimento e quindi la procedura dovrà essere ripetuta.