Intervento di mastopessi: regala una nuova forma al tuo seno

14 aprile, 2018 12:34 pm scritto da Dott. Andrea Spano
Tags: ,

Quando si parla di modificare la conformazione del seno, tendenzialmente la prima soluzione che viene in mente è la mastoplastica.
In realtà, esiste un altro tipo di intervento efficace e innovativo per modificare la mammella: la mastopessi.

Questo intervento è in grado di rivalorizzare la curva del seno, ridisegnare e/o ridimensionare i contorni dell’areola, e raddrizzare i capezzoli eventualmente rivolti in basso.

Con il passare del tempo, a causa di fattori quali caratteristiche della pelle, componente adiposa, invecchiamento cutaneo, gravità, o anche dopo gravidanze, allattamento o dimagrimenti repentini, le mammelle tendono a subire dei cambiamenti a livello di forma, diventando svuotate e cadenti (ptosi mammaria).
L’intervento di mastopessi, conosciuto anche come lifting del seno, solleva e migliora la forma di una mammella troppo cadente o svuotata, e può prevedere o meno l’inserimento di protesi mammarie.
Inoltre, è possibile associarlo anche ad altri interventi, tra i quali la mastoplastica additiva e la mastoplastica riduttiva.

Azione sul seno

Le tecniche usate nella mastopessi sono molteplici, da quelle associabili all’uso di protesi ad altre che non prevedono l’inserimento di protesi extracorporee.
In particolare, nel secondo caso, l’intervento modella il seno dal suo interno: la parte superiore che risulta svuotata, viene riempita con il tessuto mammario della parte inferiore (quello rilassato), fungendo a tutti gli effetti da protesi autologa. In generale, qualora non vi siano situazioni particolari, il seno viene sollevato di 2-4 cm lasciando cicatrici minime.

È doveroso sottolineare che, in ottica di risollevare il seno, alcuni medici propongono anche soluzioni che prevedono fili interni oppure infiltrazioni con sostanze (per esempio acido ialuronico). Tecniche di questo tipo non sono consigliabili, sia perché non garantiscono un risultato altamente stabile, sia perché possono interferire con i controlli al seno che una donna dovrebbe regolarmente eseguire.
Il lifting al seno presenta tempi di recupero post operatori abbastanza rapidi: a partire dal terzo giorno dopo l’operazione, è possibile riprendere attività normali ma non faticose, e dopo tre settimane si può riprendere a svolgere anche l’attività sportiva.

In mani sicure

La mastopessi è un intervento poco doloroso e molto sicuro, ma trattandosi pur sempre di chirurgia, è fondamentale rivolgersi a persone competenti ed esperte del settore.
Come per ogni intervento al seno, sono necessarie un’ecografia e una mammografia per assicurare l’assenza di noduli, e una visita dettagliata con il chirurgo per stabilire modalità e tipologia di intervento.

Il dottor Andrea Spano è un chirurgo specializzato che opera presso la struttura the Clinic di Milano, ha effettuato più di 10.000 interventi, ed è uno dei massimi esperti in rimodellamento del seno.