Cura delle braccia: quando e come intervenire

3 giugno, 2018 7:14 pm scritto da Dott. Andrea Spano
Tags: , ,

Le braccia ricoprono un ruolo piuttosto importante nell’armonia complessiva del corpo, ma il naturale invecchiamento cutaneo e i cambiamenti fisici durante gli anni, possono lasciarsi dietro segni evidenti quali accumuli adoposi, perdita di tonicità, smagliature, che vanno ad intaccare l’equilibrio della forma.

Quando i tessuti perdono completamente la loro elasticità, non sono più in grado di adeguarsi a nuovi volumi corporei, anche in presenza di una forma fisica ritrovata a seguito di attivtà sportiva costante e alimentazione sana.
Ed è in casi come questi che arriva in soccorso la chirurgia con l’intervento di brachioplastica, il cosiddetto lifting alle braccia.

Perché intervenire sulle braccia

Il lifting alle braccia è indicato in caso di:

  • perdita di tono ed elasticità della pelle delle braccia;
  • rilassatezza dei tessuti;
  • accumuli adiposi localizzati e conseguente eccesso di pelle.

Agendo in maniera diretta sulla zona ascellare, su quella interna delle braccia e dove si localizzano le maggiori lassità cutanee, i benefici ottenuti da questo intervento non sono relativi solo all’aspetto delle braccia, ma anche al miglioramento dell’autostima per il paziente stesso, che potrà mostrare senza più alcun disagio le proprie braccia e il loro nuovo profilo.

Quali sono gli interventi

Il primo passo per ridare una giusta forma alle braccia, è aspirare dalle zone interessate il tessuto adiposo in eccesso senza lasciare cicatrici, attraverso una liposuzione. In seguito, i tessuti verranno contratti in modo da provocare una detrazione della pelle rimasta in eccesso.
Nel caso in cui, però, l’eccesso di cute sia troppo elevato, allora sarà assolutamente necessario l’intervento di brachioplastica, così da rimuovere chirurgicamente la pelle eccedente e rimettere in tensione tutti i tessuti cutanei.

In questo caso, saranno create delle cicatrici che, nella maggior parte dei casi, rimarranno nascoste all’interno dell’ascella. Solo in casi estremi, dovrà essere presente anche una cicatrice che si estenderà in lungo nella parte interna delle braccia, ma che, se curata adeguatamente, dopo qualche mese si vedrà molto poco.

Dopo gli interventi di liposuzione e lifting, la forma delle braccia sarà nuovamente armonica e in proporzione con il resto del corpo. I risultati definitivi si vedranno dopo pochi mesi.
Qualora si desideri intervenire in maniera più delicata, perché l’inestetismo alle braccia non è troppo evidente, si potrà ricorrere a trattamenti estetici che non contemplano la chirurgia, come lo skin tightening: andando ad agire sulla produzione di elastina e collagene, si otterranno una significativa riduzione della lassità cutanea e un miglioramento della trama delle braccia. Quest’ultimo risolve ormai il 75% degli inestetismi e si esegue con ultrasuoni (ulthera), laser (smartixide2) o radiofrequenza (thermage).

Il dott. Andrea Spano, medico chirurgo con esperienza pluriennale operante a Milano, è un esperto nei trattamenti chirurgici ed estetici per la bellezza del corpo. Grazie alla sua competenza, potrete identificare le modalità migliori per restituire al vostro corpo la forma che più desiderate.